Grande evento in rete per l’avvio dei lavori delle giurie popolari del Premio “Croce” 2021

Sono cominciati oggi, 5 Marzo, i lavori delle 36 giurie popolari del Premio Nazionale di Cultura “Benedetto Croce” giunto quest’anno alla sua XVI edizione. Più di mille sono stati gli utenti collegati oggi in rete con il liceo Classico “Gabriele D’Annunzio” di Pescara e in diretta Facebook su Radio Parco, di Pescasseroli. Le giurie popolari hanno ricevuto oggi il compito di leggere e dare il proprio giudizio sui tre libri in gara per ciascuna categoria: saggistica, narrativa e letteratura giornalistica. Ma vediamo i numeri.

Il Premio Croce coinvolge ogni anno sempre più scuole, sono 27 quelle d’Abruzzo oltre ai licei di Siena e Carpi (MO) e l’Istituto Tecnico di Candela (FG). Ai giovani studenti si aggiungono 3 associazioni della terza età, i detenuti del carcere di Pescara e Sulmona e le associazioni della cittadina di Pescasseroli, luogo di nascita di Benedetto Croce, dove ogni anno a luglio, viene organizzata la cerimonia finale di premiazione.
La Giuria istituzionale del Premio Croce è composta dalla Presidente Dacia Maraini, dal Professore Costantino Felice docente di Storia Economica, dal Professor Nicola Mattoscio, docente all’Università G. D’annunzio di Chieti, dal Professor Luca Serianni Accademico dei Lincei e della Crusca, dalla Professoressa Alessandra Tarquini docente di Storia contemporanea alla Sapienza di Roma, dal Professor Michele Ainis giurista, costituzionalista e componente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato e dalla Professoressa Emma Giammattei storica e docente dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli. Durante il mese di marzo i membri della giuria si collegheranno in rete con tutte le giurie popolari per presentare i libri in gara.

Dopo aver letto i testi, ciascuna giuria popolare realizzerà un video dove indicherà quale libro ha preferito. Tutti i video faranno parte di una maratona dedicata alla selezione finale delle giurie popolari, la sera di venerdì 21 maggio 2021 sul canale regionale dell’Abruzzo “laQtv” e in diretta Facebook sulla pagina di Radio Parco. Le preferenze saranno sottoposte al parere della Giuria istituzionale del Premio che decreterà i tre vincitori dell’edizione 2021. Ma cerchiamo di conoscere quali sono i libri in gara: per la sezione Narrativa: Donatella di Pietrantonio Borgo Sud (Einaudi), Silvia Avallone Un’amicizia (Rizzoli), Paolo Di Stefano Noi (Bompiani).
Per la Saggistica: Alessandro Barbero Dante (Laterza), Carlo Rovelli Helgoland (Adelphi) e Paolo D’Angelo La tirannia delle emozioni (Il Mulino). Per la Letteratura giornalistica: Goffredo Buccini – Italiani e no (Solferino), Antonio Polito – Le regole del cammino (Marsilio) e Beppe Severgnini – Neo italiani (Rizzoli).
La cerimonia di premiazione si terrà a Pescasseroli (AQ), salvo cambiamenti dovute alle restrizioni Covid, venerdì 23 e sabato 24 Luglio 2021. Quest’anno il Premio alla Memoria sarà dedicato a Franca Valeri scomparsa ad agosto dello scorso anno.

“Il concetto di patria nella Divina Commedia”: lectio magistralis di Luca Serianni, con annuncio delle terne di opere per la XVI edizione del Premio Croce

In occasione dell’annuncio delle terne finaliste della XVI edizione del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce”, venerdì 5 Marzo 2021, alle ore 10:00, si terrà una lectio magistralis del prof. Luca Serianni, Accademico dei Lincei, dal titolo “Il concetto di patria nella Divina Commedia”.

Sarà possibile seguire l’evento in collegamento sulla piattaforma YouTube nel canale del Liceo Classico Statale “Gabriele D’Annunzio” di Pescara https://www.youtube.com/channel/UCxSrX-VZqZeQSohsU3GZ9bg

e in diretta Facebook su Radio Parco www.facebook.com/radioparco visibile pubblicamente anche se non iscritti al social network.

La Giuria del Premio “Croce” ha stabilito le cinquine e il premio alla Memoria per la XVI edizione

Il Premio alla Memoria 2021 sarà tributato a Franca Valeri. Sono state selezionate le cinquine di opere che concorrono alla XVI edizione del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce”. Sono queste, le decisioni della riunione della Giuria istituzionale, collegata a distanza insieme ai componenti del Comitato organizzatore, dell’8 gennaio 2021.

A Franca Valeri, nota attrice, sceneggiatrice e drammaturga, di cinema e teatro, morta nell’agosto 2020, dopo una lunga carriera, è stato deciso di assegnare, dunque, il riconoscimento alla Memoria che ogni anno il Premio “Benedetto Croce” conferisce a una personalità della cultura venuta a mancare nell’anno precedente la premiazione.

Nel dettaglio, le cinquine di opere, che rientrano nelle consuete tre categorie del Premio (narrativa, saggistica e letteratura giornalistica), sono:

Read More…

Premio Croce XVI edizione: proposte delle case editrici

Sono 55 i titoli proposti, giunti da 34 case editrici italiane, per la sedicesima edizione del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce”. I giurati, secondo le loro preferenze, d’ora in avanti esamineranno i testi proposti, per le consuete tre categorie: saggistica, narrativa e giornalismo. Le opere selezionate verranno discusse dai giurati nel gennaio 2021, per essere poi proposte all’analisi delle giurie popolari del Premio.

Read More…

Premio Croce, incontro con il prof. Serianni, coordinato dal Patini/Liberatore di Castel di Sangro

Il 24 Novembre 2020, alle ore 11, si è tenuto l’incontro di presentazione e lettura del volume “Il sentimento della lingua” del linguista e accademico dei Lincei, Luca Serianni. All’incontro, coordinato dall’Istituto Patini Liberatore di Castel di Sangro (AQ) e dalla preside Cinzia D’Altorio, hanno partecipato le scuole di Castel di Sangro (Patini Liberatore), di Vasto (Mattioli), di Casoli (Algeri Marino) e di Candela (Giannone Masi).

Premio Croce partner istituzionale nazionale di Libriamoci del Cepell Mibact

Nella seconda metà del mese di novembre si tiene una manifestazione nazionale che si chiama “Libriamoci”, promossa dal Cepell (Centro per il libro e la lettura) del Mibact. Il Premio Croce ha dato la sua adesione diventando “Partner istituzionale della manifestazione”. Insieme ad altre realtà abruzzesi, comparirà sul sito istituzionale del Cepell (alla voce Exlibris).

Nell’ambito di questo evento nazionale si terranno tre eventi “in remoto”, promossi dalle scuole che aderiscono al Premio. Si tratta di presentazione e lettura di libri. Il programma è questo:

– 20 Novembre, ore 11, a Lanciano, organizzato dalla Scuola “De Titta Fermi”, diretta dalla preside Daniela Rollo presentazione e lettura del volume “La sinistra italiana e gli ebrei”, di Alessandra Tarquini, docente della Università La Sapienza. Partecipano altre due scuole di Lanciano, lo scientifico Galilei e il Classico Vittorio Emanuele II.

– Martedi 24 Novembre, ore 11, coordinato dall’Istituto Patini Liberatore di Castel di Sangro e dalla preside Cinzia D’Altorio, presentazione e lettura del volume “Il sentimento della lingua” del linguista e accademico dei Lincei, Luca Serianni. Partecipano le scuole di Castel di Sangro (Patini Liberatore), di Vasto (Mattioli), di Casoli (Algeri Marino) e di Candela (Giannone Masi).

– Sabato 28 Novembre, alle ore 10,30, ad Avezzano, presentazione del volume “Demofollia”, di Michele Ainis. Partecipano le scuole, tutte, di Avezzano: Galilei, che coordinerà la giornata, diretta dalla preside Annamaria Fracassi, Vitruvio Pollione, Croce, Majorana, Serpieri e Torlonia.

Crediamo che, in un momento in cui la scuola torna “a distanza”, possa essere un evento importante. Ci sembra il segno positivo di una vita che continua.

Per il Comitato organizzatore del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce”,

Pasquale D’Alberto

Convegno ad Atri “Il Mezzogiorno nell’Italia unita”

Venerdì 2 Ottobre 2020 alle ore 10:00, in occasione della conclusione della XV edizione del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce” di Pescasseroli, presso il teatro comunale di Atri, in Piazza Duomo, si tiene il convegno “Il Mezzogiorno nell’Italia unita”.

Tutti i dettagli, nella seguente locandina.

Premio “Benedetto Croce”, Pescasseroli 2020: ecco i vincitori

Il valore della memoria, il rispetto dei diritti civili, la cultura come una delle leve della ripresa del Paese, in particolare delle zone interne, dopo la pesante emergenza del Coronavirus. Saranno questi i temi al centro della XV edizione del Premio Nazionale di Cultura Benedetto Croce di Pescasseroli che si terrà nella capitale del PNALM il 24 e 25 luglio.

“Una edizione particolare Read More…

Maggio dei libri e presentazione di “Ghetti” di Goffredo Buccini, per il Premio Croce

Anche il Comune di Pescasseroli con il Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce” partecipa a “Il Maggio dei Libri” 2020. Come si legge sul sito Read More…

Video sulla conclusione dei lavori delle Giurie popolari per l’edizione 2020 del Premio “Croce”

Il link al video della trasmissione tv con la conclusione dei lavori delle 32 Giurie popolari, e i video con le valutazioni delle opere finaliste per le categorie Narrativa, Saggistica e Letteratura giornalistica, della edizione 2020 del Premio Nazionale di Cultura “Benedetto Croce” – Pescasseroli, andata in onda il 21 maggio su Rpiunews e ritrasmesso da Radio Parco.
.

  ⬇️  ⬇️  ⬇️  ⬇️  ⬇️

Oppure CLICCA QUI

https://www.youtube.com/watch?v=5C2r7kWMBuM&feature=youtu.be

Next Posts